Rifugio Garibaldi al Gran Sasso.

Vai al nuovo sito!!!!!

Il rifugio è chiuso!!!

Dopo 6 anni di apertura continuativa il rifugio per lavori di ristrutturazione che si allungano più del previsto rimarrà chiuso.

Ci sarebbe piaciuto poter dare un segnale forte riaprendo il prima possibile dopo i terribili eventi accaduti a questa terra, ma nonostante gli sforzi non c'è stato verso di trovare un compromesso possibile fra i lavori e l'apertura del rifugio. E' inutile esprimere il nostro rammarico che può essere facilmente immaginabile.

Per informazioni potere chiamare  la sezione del C.A.I. dell'Aquila.

  

 

Gita al rifugio Garibaldi per controllare i danni

Venerdì 8 Maggio siamo stati a controllare se il rifugio Garibaldi ha riportato danni dopo il terremoto. Per fortuna nulla si è mosso, anche se per esserne sicuri sarà necessario aspettare che si sciolga la neve che copre totalmente il rifugio.

Siamo dovuti partire a piedi dalla base della funivia, da Fonte Cerreto, poiché la stessa è ferma in attesa dei collaudi necessari e la strada che porta a Campo Imperatore è ancora chiusa per neve. Dopo la lunghissima salita abbiamo deciso di chiudere la gita con la traversata del Gran Sasso attraverso la splendida Val Maone, arrivando ai Prati di Tivo. Ancora tantissima la neve in quota,del rifugio si vede ancora ben poco.

 

Il rifugio è situato a 2230 metri nella conca di Campo Pericoli, nel cuore del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti Della Laga. Dal rifugio è possibile arrivare in vetta al corno Grande in circa due ore e mezza, numerosissime le possibilità alpinistiche, scialpinistiche ed escursionistiche nei dintorni. Il rifugio Giuseppe Garibaldi ha un eccezionale valore storico, essendo stato costruito nel 1886. La sua struttura è ancora quella originale e quindi è un rifugio molto spartano: si dorme in uno stanzone unico, non ci sono sorgenti di acqua, l'energia elettrica viene prodotta tramite un pannello fotovoltaico, c'è una radio vhf per le emergenze. 

 

 

Il rifugio Garibaldi è aperto in maniera continuativa dagli inizi di Giugno a metà Settembre, negli altri periodi apre solo su prenotazione. Il rifugio rimane coperto dalla neve di norma dall'inizio dell'inverno fino ad aprile. Nei periodi in cui non è gestito rimane aperto il locale invernale sul lato del rifugio esposto ad ovest. Al suo interno sono presenti quattro brande metalliche ed un soppalco in legno con altri tre/quattro posti letto. Per poter entrare di inverno è assolutamente necessaria la pala.

L'accesso posto sul tetto, Chiamato "passo d'uomo" è chiuso con un lucchetto.

 

 

Il rifugio si raggiunge:

  • Dall'albergo di Campo Imperatore (Autostrada A24 Roma- Teramo, uscita Assergi indicazioni per la funivia che da Fonte Cerreto porta direttamente a campo Imperatore o per campo imperatore in auto a 30 km circa) con i sentieri 2 e 3 della carta dei sentieri del cai)
  • Da Prati di Tivo (ss80 da Teramo) tramite i sentieri 2v e 2 attraverso la Val Maone con circa tre ore e mezza di cammino